Imballaggi per eCommerce: come spedire i prodotti per garantire l’effetto WOW

Il cuore della logistica è la preparazione della spedizione per garantire la consegna in tempi record e senza intoppi: che sia un eCommerce senza magazzino oppure uno shop che si appoggia ad un magazzino in outsourcing, gli imballaggi per eCommerce giocano un ruolo fondamentale sia per la protezione dei prodotti che per le strategie di branding.

Il prodotto deve arrivare nelle mani dell’acquirente nelle miglior condizioni possibili, non solo per proteggere l’acquisto ma anche per garantirne l’effetto WOW.

Nonostante questo, molti sottovalutano le potenzialità dell’imballaggio esterno come strumento strategico per fare branding, utilizzando lo stretto necessario per garantire la protezione.

Altri ancora investono su box personalizzate e packing particolari. In questo scenario, le strategie di branding incrementano di molto il valore percepito e anche il numero di ordini. (Più alto è l’investimento, più alto è il prezzo del prodotto e la mole di ordini per coprire i costi).

Poi ci sono le cosiddette vie di mezzo: chi vuole fare branding ma, allo stesso tempo, ha bisogno di fare saving.

Questi tre casi hanno un elemento in comune: la logistica che prepara le spedizioni eCommerce secondo le indicazioni.

La società di logistica è il braccio destro del brand: packing personalizzato, imballaggi per la sicurezza del prodotto oppure box generiche con stickers personalizzati.

Ogni opzione può essere realizzata per rispondere alle esigenze del brand.

Step 1: le diverse tipologie di imballaggi

Partiamo dal principio.

Gli obiettivi sono ben chiari, ma per allineare convenienza economica e strategia è necessario esplorare tutte le opportunità.

Sono molteplici le tipologie che possono proteggere la spedizione e rendere il pacco scenico.

Non solo le dimensioni ma anche le caratteristiche del prodotto (alimentare, articoli di valore, fragile o meno etc), ogni imballaggio rispecchia le esigenze di protezione e di presentazione. Infatti, non solo le protezioni cosiddette esterne (quindi la box tradizionale) ma anche quelle interne concorrono all’effetto WOW e sicurezza della spedizione.

L’obiettivo è selezionare i materiali di imballaggio in base alle priorità ed occuparsi della presentazione dei prodotti all’interno delle scatole.

Prima di passare in rassegna le alternative a disposizione bisogna ricordare l’importanza del tema che stiamo trattando.

Lavorando nel digitale, le spedizioni eCommerce sono l’unico touchpoint che il brand ha con il cliente finale, l’unico punto di contatto fisico prima ancora del prodotto.

In quanto tale, deve essere curato nei minimi dettagli anche se la scelta ricade su box semplici per fare saving. Un esempio potrebbe essere l’imballaggio interno: utilizzare patatine in amido di mais che si sciolgono nell’acqua crea valore abbinando saving ed effetto WOW.

Protezioni esterne

Iniziamo dall’esterno:

  • Box di cartone ondulato;

Scatole tradizionali, riciclabili e poco pesanti. In base alla tipologia di prodotto da spedire possono avere più strati per una maggiore protezione. I fornitori e la logistica consiglieranno le box migliori per i diversi articoli, se fustellate oppure basiche, così da raggiungere l’obiettivo: spedizioni per eCommerce efficienti ed efficaci.

  • Buste imbottite;

Ideali per prodotti piccoli e fragili, come i gioielli oppure libri.

  • Sacchetti e buste;

La tipologia di imballaggi per prodotti leggeri senza particolari esigenze di protezione. Le buste e i sacchetti sono resistenti, leggeri e poco ingombranti, possono essere personalizzati oppure vengono forniti direttamente dai corrieri.

  • Box personalizzate;

L’ideale per garantire una customer experience in grado di fidelizzare il cliente e creare valore. Personalizzare la scatola con il logo oppure i colori del brand crea un’identità della marca e del prodotto nella mente dei consumatori. Questa identità si estenderà per tutti i successivi acquisti creando aspettativa e guadagnando un posto nella mente degli utenti. (Spazio che condizionerà la scelta tra il brand ed un suo competitor).

Imballaggi per eCommerce interni

La presentazione dei prodotti all’interno della scatola può rendere l’unboxing una vera e propria esperienza per il cliente. Pochi elementi ma d’impatto, non per forza per la personalizzazione, ma per gli step che portano alla scoperta del prodotto, strato dopo strato.

Una volta stabilito il packing principale per le tue spedizioni eCommerce si passa agli imballaggi interni: questi possono giocare un ruolo fondamentale creando impatto pur facendo saving. Infatti, se la scelta è ricaduta su una box classica color avana o bianca, eventuali stickers o carte promozionali possono creare effetto scenico coprendo i costi.

  • Carta velina;

Avvolgere i prodotti in carta colorata, bianca oppure personalizzata crea suspance oltre ad essere piacevole al tatto.

  • Filler da Imballaggio;

Le cosiddette patatine oppure il pluriball. La seconda opzione è quella esteticamente peggiore ma economicamente più conveniente. Le patatine possono essere una scelta d’impatto perchè, come detto precedentemente, quelle in amido di mais si sciolgono in acqua e sono d’impatto dal punto di vista ecologico.

  • Adesivi;

La soluzione più economica per personalizzare il pacco. Gli stickers con il logo possono essere utilizzati per chiudere la carta velina oppure come elemento distintivo all’esterno, quindi su una box generica avana o bianca.

Un compromesso tra convenienza economica e strategia di branding. Insieme allo sticker si potrebbe inserire un biglietto di ringraziamento con i contatti social per creare una relazione empatica con il cliente.

  • Nastro adesivo per pacchi;

Un nastro per pacchi personalizzato o semplicemente dei colori del brand, un tocco semplice ma distintivo per rendere l’experience scenica.

Step 2: stabilire le priorità

Che sia un eCommerce senza magazzino oppure uno shop che si appoggia ad un magazzino per eCommerce, bisogna stabilire una priorità.

Tre diversi scenari:

  • PROTEZIONE: dare priorità al prodotto, acquistando imballaggi per eCommerce semplici, senza personalizzazione;
  • BRANDING: investire nella personalizzazione degli imballaggi per creare una vera e propria esperienza di unboxing;
  • COMPROMESSO: fare saving cercando di dare valore ad imballaggi tradizionali, combinando elementi esterni ed interni.

Step 3: scegliere la logistica

Che sia in outsourcing oppure in dropshipping, un’azienda di logistica diventa il partner strategico in grado di supportare il business.

Qualsiasi sia la priorità, in continua evoluzione, i professionisti delle spedizioni saranno in grado di rispondere alle esigenze.

 

 

 

Leave a Reply