La logistica per eCommerce firmata Momoca (con la K)

Momoca o Momoka? Questo è il dilemma: che sia con la C o con la K il risultato non cambia perché la logistica, le spedizioni e tutti i servizi per eCommerce senza magazzino sono il nostro core business.

In questo articolo non troverai spiegazioni su come funziona una logistica per eCommerce, sulle dinamiche del magazzino e del back office oppure sull’importanza del customer care. Infatti, in questi minuti che ci stai dedicando, entrerai nel mondo Momoka: ti illustreremo i primi passi, quindi onboarding ed avviamento, ed una tipica giornata lavorativa.

Pronti? Si comincia.

Parte 1: Onboarding

Come diceva un vecchio saggio, chi ben comincia è a metà dell’opera.

Proprio per questo, dopo aver firmato il contratto inizia la procedura di Onboarding, il tradizionale “benvenuto a bordo”.

La parte operativa è fondamentale per un’azienda di logistica che si occupa dello stoccaggio e preparazione della merce. In questa fase raccoglieremo tutti i dettagli necessari per impostare la collaborazione.

Quindi ti invieremo un questionario con tutte le domande riassuntive dei servizi scelti. Insieme a queste, ti chiederemo il link dell’eCommerce per procedere con l’integrazione informatica, elemento cruciale per gestire le spedizioni.

Sistemata la parte dei servizi e la conseguente attivazione, si passa all’organizzazione del magazzino in simbiosi tra virtuale e reale. Nella fase di Onboarding, creeremo la sezione dedicata alla tua merce nell’ERP Momoca (meglio con la K).

Grazie al nostro gestionale di magazzino che ti illustreremo passo dopo passo, avrai una visione aggiornata in real time della merce stoccata, in uscita ed in entrata.

Nell’onboarding riceverai gli accessi, quindi la tua username e password, e le spiegazioni su come utilizzare il gestionale, quando inserire la merce e soprattutto come leggere le quantità inserite.

Parte 2: Avviamento

Dopo aver impostato dal punto di vista informatico i servizi e le integrazioni necessarie, inizia la parte di avviamento. In questa fase, organizzerai insieme a Momoka (ti confermiamo che non è Momoca) l’operatività del quotidiano.

Essenzialmente capiremo insieme quando prendere ogni ordine, se prenderli più volte al giorno, come gestire le chiamate del Customer Care inviando quindi le landing da cui prendere tutti i dettagli. E ancora, organizzeremo insieme i tag degli ordini da prendere, se considerare solo i confermati o anche quelli in sospeso.

Se attiverai i servizi extra ci organizzeremo per le chiamate di conferma ordine ed eventuali attività di upselling e cross selling.

In breve, organizzeremo il lavoro quotidiano cadenzato dall’orario in cui prendere ed evadere gli ordini, la landing di riferimento, i prodotti da vendere in up e cross selling, le indicazioni del Pick&Pack e gli imballaggi da utilizzare.

Una catena di montaggio armonizzata in cui, ad ogni attività “manuale”, si accompagna la mansione complementare nel digitale. Ad ogni collega che conta la merce, corrisponde un check in sull’ERP Magazzino, così come ad ogni Upselling fatto dalle ragazze del Customer Care corrisponde l’integrazione che aggiorna l’affare.

Una simbiosi continua tra tradizionale e digitale, una pianificazione perfetta tra cliente ed azienda di logistica per far crescere il business.

Parte 3: una tipica giornata lavorativa con Momoca (o Momoka)

Come illustrato in un articolo precedente sul mondo del deposito per eCommerce, la giornata tipo con Momoca (ora con la C per dimostrare che cambiando le lettere il risultato non cambia 😉 ) è caratterizzata da supporto costante, spedizioni e volumi in crescita.

Partiamo dal presupposto che un’azienda di logistica è costantemente in contatto con il cliente finale per garantire un flusso di lavoro armonizzato ed allineato.

Una giornata tipo di un eCommerce senza magazzino che si appoggia a Momoca è la seguente:

  • Il Customer Care effettua chiamate di conferma in caso di COD con annesse attività di UpSelling e Cross Selling;
  • Vengono presi gli ordini in base all’orario concordato in fase di avviamento;
  • il Servizio Clienti controlla indirizzi, eventuali duplicati e clienti in Black List;
  • Vengono comunicati eventuali errori di indirizzo per procedere con un’eventuale chiamata al cliente finale;
  • Verifica somma per gli ordini COD e comunicazione in caso di incongruenza:
  • Comunicazione canale Slack su eventuali modifiche/eliminazione ordini;
  • Stampa etichette ed invio al magazzino per preparazione pacco in base alle indicazioni;
  • Seconda presa degli ordini in caso di richiesta in fase di avviamento;
  • Controlli di routine;
  • Comunicazione Customer Care per gestione giacenze/reclami particolari;
  • Gestione Resi: invio dettaglio prodotti rientrati magazzino e verifiche per rimessa in inventario;
  • Eventuale comunicazioni per imballaggi;
  • Modifiche ed eventuali richieste extra.

Tutto questo in costante comunicazione con Momoca per ricevere modifiche last minute e per gestire richieste particolari del cliente.

L’obiettivo è garantire un flusso di spedizione che sia armonico ed efficiente. Per farlo, i servizi tradizionali sono affiancati a quelli extra per poter gestire tutto il ciclo di vita della spedizione garantendo consegna, conversione e fidelizzazione del cliente.

 

Leave a Reply