Vendite online in crescita: Babbo Natale sceglie la logistica per eCommerce come partner sotto l’albero

Le vendite online crescono al variare del comportamento d’acquisto dei consumatori, sempre più digital oriented: l’effetto diretto è l’influenza della logistica per eCommerce sullo shopping natalizio.

Oggi il consumatore è più evoluto e ben si adatta alle mutevoli condizioni del mercato. L’e-commerce continuerà a crescere nonostante il previsto aumento dei prezzi ma le modalità e le tempistiche cambierannoSalesForce commenta così l’andamento del business digitale, in continua evoluzione in base alle esigenze dei consumatori.

In questo scenario in cui le vendite online crescono in maniera esponenziale, la logistica per eCommerce ha un ruolo cruciale. Da un lato diviene punto d’incontro tra brand e consumatore, dall’altro garantisce spedizioni immediate salvando il cliente last minute e supportando il venditore.

Infatti, la velocità di consegna è cruciale soprattutto durante le festività e può diventare il tallone d’Achille della logistica in periodi concentrati come Novembre e Dicembre.

Che siano vendite online Italia, Europa o Internazionali, la logistica deve essere pronta per gestirle, garantendo la piena soddisfazione del cliente.

Ma cosa dobbiamo aspettarci da Natale 2021? Il trend di crescita sarà amplificato o ci sarà una svolta inaspettata?

eCommerce e Natale: le stime secondo Salesforce

Questo è il punto di partenza: nel Q3 del 2021, le vendite digitali hanno registrato una crescita del 15% in Italia.

Di conseguenza, le imprese hanno incentivato la trasformazione digitale ed i consumatori spaziano tra canale online ed offline. Quest’ultimo ha un particolare elemento di differenziazione: la possibilità di acquistare e ricevere direttamente il prodotto. Ecco che entra in gioco l’elemento che predilige e pregiudica le vendite online: i tempi di consegna.

In periodi di forte concentrazione, come quello natalizio, la fiducia nei corrieri viene meno e crescono pacchi smarriti, spedizioni in ritardo e rientri al mittente. Risultato? Mancata fidelizzazione.

Ma ciò che preoccupa i venditori non sono solo i corrieri ma anche le scorte a magazzino: prevedere la domanda non è sufficiente perchè incrementano i costi e la catena di logistica per eCommerce, a partire dall’approvvigionamento dei materiali, ne paga le conseguenze.

Tuttavia, la stima più importante riguarda le vendite online in crescita che 𝐫𝐚𝐠𝐠𝐢𝐮𝐧𝐠𝐞𝐫𝐚𝐧𝐧𝐨 𝐢𝐥 𝐫𝐞𝐜𝐨𝐫𝐝 𝐝𝐢 𝟏,𝟐 𝐭𝐫𝐢𝐥𝐢𝐨𝐧𝐢 𝐝𝐢 𝐝𝐨𝐥𝐥𝐚𝐫𝐢 𝐚 𝐥𝐢𝐯𝐞𝐥𝐥𝐨 𝐠𝐥𝐨𝐛𝐚𝐥𝐞.

Vendite online Italia: situazione corrieri e cataloghi prodotti

Il primo dato da tenere in considerazione è la previsione del comportamento dei corrieri.

Secondo Salesforce i pacchi soggetti al rischio di ritardo nella consegna diminuiscono del 94%: circa 40 milioni di pacchi in tutto il mondo, ancora di più quando un solo consumatore fa un ordine molto grande rispetto a più ordini piccoli.

Un altro elemento chiave della logistica per eCommerce che condiziona le vendite online? La disponibilità dei prodotti a magazzino. Per garantire la consegna della merce e quindi un numero congruo in relazione agli ordini degli utenti, i rivenditori hanno consolidato le Stock Keeping Units (SKU), riducendo i cataloghi dei prodotti online del 5% rispetto all’anno scorso.

La riduzione dei prodotti crea un effetto “scarsità”: minore è la disponibilità, maggiore è la propensione all’acquisto da parte degli utenti per non “farsi scappare” l’occasione.

Pronti a superare le aspettative? 

Pronti a superare le aspettative? 

Pronti a superare le aspettative? 

Leave a Reply